Neurologia.net

Neurologia

Uno studio ha identificato i predittori demografici, clinici, e di risonanza magnetica di ictus incidente, demenza incidente, deterioramento clinico e morte nei pazienti con arteriopatia cerebrale aut ...


L’aprassia della parola è un disturbo motorio del linguaggio che è clinicamente caratterizzato dalla combinazione di cambiamenti segmentali fonemici e distorsioni articolatori. Si ritiene che l’apra ...


L’American Academy of Neurology ( AAN ) non consiglia l'uso di routine della chiusura con catetere ( Starflex o AMPLATZER PFO Occluder ) del forame ovale pervio nei pazienti con storia di ictus ischem ...


Uno studio multicentrico di fase 2 ha mostrato che alcuni pazienti con forma lieve della malattia di Alzheimer, sottoposti a stimolazione cerebrale profonda del fornice ( DBS-f ) hanno sperimentato un ...


È stata valutata l'associazione ed è stato stimato il rischio assoluto grezzo di convulsioni tra i pazienti esposti a fluorochinoloni a Hong Kong e nel Regno Unito mediante lo studio di serie di casi. ...


I traumi cerebrali con perdita di coscienza possono essere associati a successivo sviluppo della malattia di Parkinson, ma non della malattia di Alzheimer o della demenza incidente, secondo uno studio ...


E’ stato scoperto che nei pazienti che hanno sofferto di un ictus minore o attacco ischemico transitorio ( TIA ), il Clopidogrel ( Plavix ) può non ridurre il rischio di ulteriori eventi ictali in col ...


Sono stati valutati il riassorbimento osseo e i marcatori di formazione, così come la densità minerale ossea nelle donne con sindrome delle gambe senza riposo ( RLS ). È stato effettuato uno studio ...


Le malformazioni cavernose cerebrali ( anche note come angiomi cavernosi o cavernomi ) possono causare emorragie intracraniche sintomatiche, ma i rischi stimati sono imprecisi e i predittori restano i ...


Uno studio condotto da ricercatori dell’University of California San Francisco ( UCSF ) ha mostrato che i sintomi di rimbalzo dopo interruzione dell’assunzione di Fingolimod ( Gilenya ) interessano u ...


I risultati dello studio ATACH-II hanno mostrato che un abbassamento della pressione arteriosa molto intenso e rapido non è correlato a migliori esiti, anzi può comportare problemi di sicurezza nei pa ...


Uno studio ha indicato che il rischio di tumore del colon-retto era aumentato nei pazienti con sclerosi multipla che avevano assunto Mitoxantrone ( Novantrone ). E’stato riscontrato che il Mitoxant ...


La sostanza bianca è diffusamente alterata nella sclerosi tuberosa complessa, e queste alterazioni sembrano essere più evidenti nei soggetti con un più grave fenotipo neurologico. Tuttavia, poco si ...


Sono state confrontate le caratteristiche cliniche della neuromielite ottica pediatrica ( NMO ) a quelle di altre malattie demielinizzanti pediatriche mediante la revisione di un database prospettico ...


L’atassia di Friedreich di solito si verifica prima dell'età di 25 anni. Sono state descritte varianti rare, come ad esempio l'atassia di Friedreich ad esordio tardivo e l’atassia di Friedreich a esor ...


Si prevede che la prevalenza della demenza salirà con l’aumento dell’aspettativa di vita media, ma recenti stime suggeriscono che l'incidenza della demenza età-specifica è in declino nei Paesi ad alto ...


I bambini possono essere a maggior rischio di sviluppare sclerosi multipla nel corso della vita se la propria madre presenta una carenza di vitamina-D nelle prime fasi della gravidanza. E’ noto che ...


La biopsia transcutanea della ghiandola sottomandibolare può identificare la sinucleinopatia tipo Lewy ( LTS ) nei pazienti con malattia di Parkinson. Da uno studio è emerso che la sinucleinopatia ...


Sono stati valutati i fattori associati con risultati migliori dopo la radiochirurgia stereotassica ( SRS ) quando è stata eseguita come primo intervento chirurgico per nevralgia del trigemino medical ...


Uno studio ha cercato di raggiungere un consenso tra i medici che trattano pazienti con malattia di Parkinson ( PD ) riguardo alle principali caratteristiche che indicano transizione verso la malattia ...


La distonia è frequente nella malattia di Machado-Joseph, ma non sono ancora definiti diversi aspetti importanti, come ad esempio il profilo clinico dettagliato, la risposta al trattamento e il substr ...


La sindrome di Tourette è un disturbo caratterizzato da tic motori e vocali persistenti, e spesso accompagnato dalle co-morbidità rappresentate dal disturbo di iperattività e deficit di attenzione e d ...


È ben noto nella malattia di Huntington che l'espansione citosina-adenina-guanina e l’età all'inizio dello studio sono predittivi dei tempi della diagnosi motoria. L'obiettivo di questo studio è sta ...


Le mutazioni SCN2A de novo sono state recentemente associate con l’insorgenza di epilessia infantile grave. L’obiettivo di uno studio è stato quello di definire lo spettro fenotipico della encefalop ...


È stato valutato il rischio di malformazioni congenite maggiori in associazione con l'uso materno di Acido Valproico ( Valproato; Depakin ) in monoterapia o come terapia aggiuntiva, e la sua relazione ...


Uno studio coordinato da ricercatori dell’University of Heidelberg in Germania, ha trovato che le emorragie cerebrali che si verificano nei pazienti trattati con i nuovi anticoagulanti orali ( NOAC ...


Sono stati valutati gli effetti della chemioterapia e dell'irradiazione cranica sul tessuto cerebrale normale utilizzando neuroimaging in vivo in pazienti con glioblastoma. È stata usata la risonan ...


È stato studiato l'effetto dell’insorgenza di convulsioni associate a vaccinazione sul decorso della malattia e sono stati valutati i rischi di convulsioni successive dopo le vaccinazioni di combinazi ...


Sono stati valutati i cambiamenti nella diagnosi di disturbi psichiatrici di asse I in pazienti con distonia primaria e secondaria dopo la stimolazione cerebrale profonda ( DBS ) del globus pallidus i ...


Uno studio prospettico ha stabilito la relazione tra infiammazione, vasoregolazione cerebrale, e declino cognitivo nel diabete mellito di tipo 2 nell’arco di 2 anni. Sono stati arruolati per questo ...


Il rischio di ictus può non essere abbastanza grande da giustificare l’impianto carotideo di uno stent durante l’occlusione dell’arteria carotide. E’ stato analizzato il rischio derivante dalla pro ...


E’ stata determinata la frequenza e la gamma di disturbi neurologici paraneoplastici e gli anticorpi neuronali nel carcinoma polmonare a piccole cellule ( SCLC ). 264 pazienti consecutivi con tumor ...


Le varianti genetiche epsilon 2/epsilon 4 all'interno del gene APOE sono fattori di rischio stabiliti per l’emorragia intracerebrale lobare ( ICH ). I dati preliminari pubblicati suggeriscono un ruo ...


La stimolazione cerebrale profonda ( DBS ) è stata proposta come opzione di trattamento per la grave sindrome di Tourette, sulla base dei risultati di serie in aperto e piccoli studi in doppio cieco. ...


La chirurgia con impianto di shunt lomboperitoneale ha il potenziale di alleviare i sintomi dell’idrocefalo normoteso, ma i benefici di tale intervento chirurgico non sono stati testati in uno studio ...


I pazienti con un recente attacco ischemico transitorio ( TIA ) o ictus ischemico vertebro-basilare e stenosi dell'arteria vertebrale di almeno il 50% presentano un alto rischio di ictus vertebrobasil ...


I fattori di rischio correlati allo stile di vita e i fattori di rischio vascolare modificabili sono stati associati con il rischio di demenza in studi osservazionali. In FINGER ( Finnish Geriatri ...


È stata studiata l'associazione tra biomarcatori di infiammazione circolanti e marcatori di risonanza magnetica per immagini ( MRI ) di malattia dei piccoli vasi. È stato condotto uno studio trasve ...


Sono stati studiati gli effetti di un intenso abbassamento della pressione sanguigna ( BP ) secondo i livelli pressori basali e i livelli pressori ottimali raggiunti nei pazienti con emorragia intrace ...


È stata valutata l'associazione tra funzione cardiaca e rischio di ictus e demenza negli anziani senza cardiopatia clinica. Inoltre, è stata studiata la relazione tra funzione cardiaca e marcatori M ...


Uno studio ha cercato di determinare il valore predittivo della disfunzione olfattiva per lo sviluppo precoce di una malattia neurodegenerativa mediata dalla sinucleina nei soggetti con disturbo del c ...


E’ stata presa in esame la siderosi corticale superficiale ( CSS ) e la sua relazione con il genotipo APOE nei pazienti con angiopatia amiloide cerebrale ( CAA ) patologicamente provata che si sono pr ...


È stata studiata l'associazione tra leucoaraiosi e rischio a lungo termine di recidiva di ictus aggiustando per punteggi clinici sviluppati e validati per la previsione del rischio di ictus, come CHAD ...


Sono stati valutati gli effetti dei fattori di rischio vascolare e dello status di APOE sulla microstruttura della sostanza bianca e sul successivo declino cognitivo tra gli anziani. Uno studio ha ...


La stimolazione cerebrale profonda del globo pallido interno ( GPi-DBS ) è un'opzione terapeutica nel trattamento della distonia refrattaria, e l'identificazione dei fattori predittivi dell'esito chir ...


È stato effettuato uno studio di popolazione nazionale di pazienti affetti da distrofia muscolare congenita in Italia. I casi sono stati accertati dai database in tutti i Centri di riferimento per l ...


L’impianto di stent è un'alternativa all’endoarteriectomia per il trattamento della stenosi carotidea, ma l'efficacia a lungo termine è incerta. Sono stati riportati i dati a lungo termine dal confr ...


Nello studio REVASCAT, la trombectomia meccanica con un sistema di stent retriever ( Solitaire ) ha portato a un miglioramento dei risultati rispetto alla trombolisi solo nei pazienti con ictus acuto ...


Un Programma riabilitativo altamente intensivo e molto precoce in pazienti colpiti da ictus appare associato a una minore probabilità di ottenere un esito favorevole a 3 mesi rispetto alla procedura s ...


L’obiettivo di uno studio è stato quello di delineare l’esistenza di una relazione tra farmaci antiepilettici frequentemente prescritti nei pazienti in età pediatrica e rischio per il quoziente intell ...



2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer