Neurobase.it
Tumori testa-collo
XagenaNewsletter
Medical Meeting

Studio Heart Protection Study: la Simvastatina riduce il rischio di ictus


Lo studio HPS ( Heart Protection Study ) ha valutato l’effetto delle statine, farmaci che abbassano il colesterolo, sull’incidenza dell’ictus.

Questo studio con follow-up 5 anni, ha mostrato che la Simvastatina produce una significativa riduzione dell’ictus ischemico.

Inoltre la terapia con statine ha ridotto il rischio di eventi vascolari maggiori tra le persone senza malattia coronarica , già colpite da un precedente ictus o altro evento cerebrovascolare.

I risultati dello studio HPS indicano che una riduzione media nel colesterolo di circa 1 mmol/L ( 39 mg/dL ) è associata ad una riduzione del 21% nell’incidenza di ictus.

L’effetto delle statine riguarda soprattutto l’ictus ischemico e si manifesta rapidamente entro 2 anni dall’inizio della terapia con Simvastatina.

La riduzione del colesterolo nello studio HPS non è risultata associata ad un eccesso di ictus emorragico.

Nel corso dello studio circa 1/6 dei partecipanti allocati al trattamento con Simvastatina 40 mg/die hanno interrotto l’assunzione della terapia con statina, mentre circa 1/6 di coloro che erano in trattamento con placebo hanno iniziato ad assumere la statina.

I risultati dello studio Heart Protection indicano che la terapia con le statine dovrebbe essere considerata di impiego di routine in tutti i pazienti ad alto rischio di ictus, senza alcun riguardo alle concentrazioni iniziali di colesterolo o alla presenza di malattia coronarica.( Xagena2004 )

Fonte : The Lancet, March 2004



Indietro