Neurobase.it
Tumori testa-collo
Xagena Mappa
Medical Meeting

Ridotto riassorbimento osseo e aumento della densità minerale ossea nelle donne con sindrome delle gambe senza riposo


Sono stati valutati il riassorbimento osseo e i marcatori di formazione, così come la densità minerale ossea nelle donne con sindrome delle gambe senza riposo ( RLS ).

È stato effettuato uno studio prospettico trasversale caso-controllo che ha coinvolto donne naive ai farmaci con sindrome delle gambe senza riposo e controlli di sesso femminile abbinati per indice di massa corporea ( BMI ) ed età.

Sono stati confrontati tra i 2 gruppi analisi del sangue di routine, marcatori di formazione ossea, peptide N-terminale del procollagene 1, riassorbimento osseo, telopeptide C-terminale del collagene di tipo 1 ( CTX ), sclerostina, e densità minerale ossea ( BMD ).

Sono state escluse le donne In stato di gravidanza o che allattavano e quelle con comorbidità diverse da carenza di ferro, diabete mellito di tipo 2, o ipertensione.

Un aumento significativo della densità minerale ossea lombare è stato riscontrato tra le 78 donne con sindrome delle gambe senza riposo rispetto ai 78 controlli appaiati per età e indice BMI ( P=0.001 ).

La proporzione dei pazienti con osteopenia, definita da un punteggio T lombare, è stata significativamente più bassa tra le pazienti con sindrome delle gambe senza riposo ( P=0.040 ).

Il telopeptide C-terminale del collagene di tipo 1 e la sclerostina erano significativamente più bassi nelle pazienti con sindrome delle gambe senza riposo ( P=0.006 e P=0.011, rispettivamente ), così come i livelli di 25-idrossivitamina D3, calcemia, e T3 libero ( rispettivamente, P=0.017, P=0.017, e P=0.002 ).

In conclusione, nonostante i più bassi livelli di 25-idrossivitamina D3, le pazienti con sindrome delle gambe senza riposo avevano marcatori più bassi di riassorbimento osseo, una più alta densità minerale ossea a livello lombare, e minore frequenza di osteopenia lombare.
Poiché le pazienti con sindrome delle gambe senza riposo fanno movimenti giorno e notte per diminuire la gravità dei loro sintomi, inconsciamente eseguono esercizio fisico, che può potenzialmente spiegare il profilo osseo migliore tra le pazienti con sindrome delle gambe senza riposo rispetto ai controlli. ( Xagena2016 )

Cikrikcioglu MA et al, Neurology 2016; 86: 1235-1241

Neuro2016 Endo2016



Indietro