Neurobase.it
Tumori testa-collo
Xagena Mappa
Medical Meeting

L’aggiunta di Salbutamolo a Glatiramer migliora la risposta nella sclerosi multipla recidivante-remittente


L'aggiunta di Salbutamolo ( anche detto Albuterolo ) per via orale a Glatiramer acetato ( Copaxone ) per via iniettiva appare migliorare la risposta clinica dei pazienti con sclerosi multipla durante il primo anno di terapia.

Il trattamento combinato è risultato superiore al solo Glatiramer a 6 mesi e a 12 mesi, ma il vantaggio era più evidente a 24 mesi.

Il Salbutamolo è un agonista beta-2 adrenergico; i meccanismi adrenergici svolgono un ruolo importante nella modulazione della risposta immunitaria.
Il Salbutamolo per via orale riduce i livelli di interleuchina-12 ( IL-12 ) e i livelli di interferone-gamma nei pazienti affetti da sclerosi multipla.

Lo studio ha valutato il Salbutamolo come terapia add-on in 44 pazienti con sclerosi multipla recidivante-remittente che avevano appena iniziato il trattamento con Glatiramer.
Le persone che hanno preso parte allo studio non avevano mai usato agenti immunomodulanti o immunosoppressivi.

Ventitre pazienti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere iniezioni di Glatiramer più Salbutamolo per os, e 21 sono stati trattati con Glatiramer per via iniettiva più placebo per via orale.

Tutti i pazienti sono stati seguiti ad intervalli di 6 mesi per 2 anni.

Solo 27 (61%) pazienti hanno completato l’intero periodo di studio; 9 soggetti nel gruppo terapia di combinazione ( Salbutamolo e Glatiramer ) e 8 nel gruppo singola terapia ( Glatiramer ) hanno abbandonato lo studio.

Un totale di 39 soggetti ha contribuito alla analisi.

L'endpoint primario clinico era il miglioramento del punteggio alla scala MSFC ( Multiple Sclerosis Functional Composite ) a 6, 12, 18 e 24 mesi.

I pazienti sottoposti a terapia combinata, rispetto a quelli trattati con solo Glatiramer, hanno presentato punteggi significativamente più elevati a 6 mesi ( differenza tra i gruppi 0.26 ) e a 12 mesi ( differenza 0.21 ).
La maggior parte di questa differenza era attribuita a prestazioni su una singola misura, il test T25FW ( Timed 25 Foot Walk ).
Il punteggio è migliorato nei soggetti che hanno preso Glatiramer più Salbutamolo, ma è peggiorato in quelli trattati con solo Glatiramer.

È improbabile che questa differenza sia imputabile alla capacità del Salbutamolo di migliorare la funzione polmonare.
L’aggiunta di Salbutamolo è stata accompagnata da una diminuzione dei livelli di interleuchina-13 ( IL-13 ).

Il beneficio additivo del Salbutamolo non era più evidente a 24 mesi ( differenza media 0.09 ), in quanto non non è stata più riscontrata alcuna differenza significativa tra i due gruppi di trattamento riguardo ai punteggi alla scala MSFC.

Cambiamenti nei punteggi alla scala EDSS ( Expanded Disability Status Scale ) e riguardo all’indice di deambulazione non erano significativamente differenti tra i due gruppi di studio in qualsiasi momento di valutazione.

Più soggetti mentre erano in trattamento con Glatiramer più placebo ( n=8 ), rispetto a quelli assegnati a Glatiramer più Salbutamolo ( n=2 ), sono andati incontro a ricadute durante lo studio.
Inoltre, il tempo alla prima recidiva era più lungo nei soggetti trattati con la terapia combinata.
La percentuale annualizzata di recidiva è stata pari a 0.09 recidive all'anno per la terapia combinata e a 0.37 per il Glatiramer più placebo.

Entrambi i gruppi di studio hanno mostrato diminuzioni nel numero di lesioni cerebrali alla risonanza magnetica nel corso del trattamento; non sono state riscontrate differenze significative tra i due gruppi.
Nel tempo, i soggetti in terapia combinata hanno mostrato una più piccola riduzione della frazione parenchimale cerebrale, ma questo studio non aveva le dimensioni per rilevare una differenza significativa.

Molti pazienti hanno manifestato eventi avversi, ma la maggior parte sono stati lievi. Un paziente in ciascun gruppo di trattamento ha presentato un evento avverso grave.
Degli eventi avversi moderati o gravi, solo 3 sono stati considerati correlati al trattamento: una reazione al sito di iniezione del Glatiramer, un episodio di debolezza alle gambe, e un episodio di oppressione toracica. ( Xagena2010 )

Fonte: Archives of Neurology, 2010

Neuro2010 Farma2010


Indietro