Neurobase.it
Tumori testa-collo
Xagena Mappa
Medical Meeting

La febbre nella emorragia subaracnoidea


Un totale di 92 pazienti consecutivi sono stati ammessi alla Unità Intensiva di Neurologia con diagnosi di emorragia subaracnoidea non traumatica.
I pazienti erano classificati secondo il loro stato febbrile ( n = 38 ) ( temperatura supeiore ai 38,3 °C per almeno 2 giorni consecutivi ) o non febbrile ( niente febbre o episodi isolati di temperatura superiore ai 38,3 °C ).
Nel 26% dei pazienti in stato febbrile non è stata riscontrata alcuna origine infettiva.
La febbre nei pazienti con emorragia subaracnoidea è associata al vasospasmo ed a una prognosi non favorevole, indipendentemente dalla gravità dell’emorragia o dalla presenza di infezioni. ( Xagena2001 )

Oliveira-Filho J et al, Neurology 2001; 56: 1299-1304


Indietro