Neurobase.it
Tumori testa-collo
XagenaNewsletter
Medical Meeting

Integrazione di Vitamina-B, livelli di omocisteina e rischio di malattia cerebrovascolare


È stata eseguita una meta-analisi sull'effetto della diminuzione dei livelli di omocisteina mediante integrazione di vitamina B sul rischio di malattia cerebrovascolare.

Utilizzando gli studi clinici pubblicati prima di agosto 2012 per valutare gli eventi di ictus, mediante i rischi relativi ( RR ) è stata misurata l'associazione tra integrazione di Vitamina-B ed eventi endpoint.

Sono stati inclusi 14 studi randomizzati controllati con 54.913 partecipanti a questa analisi.

È stata osservata una riduzione degli eventi globali di ictus derivanti dalla riduzione dei livelli di omocisteina in seguito alla integrazione di Vitamina B ( RR=0.93, P=0.04 ), ma non nei sottogruppi suddivisi per misure di prevenzione primaria o secondaria, ictus ischemico versus emorragico, o insorgenza di ictus fatale.

Ci sono stati effetti benefici nel ridurre gli eventi di ictus in sottogruppi con 3 anni o più di follow-up e senza fortificazione dei cereali con folati o malattia renale cronica.

Alcuni studi che includevano pazienti con malattia renale cronica hanno riportato una diminuzione della velocità di filtrazione glomerulare con supplementazione di Vitamina-B.

Sono state condotte dettagliate analisi dei sottogruppi per la Cianocobalamina ( Vitamina B12 ), ma non sono stati osservati benefici significativi per quanto riguarda la dose di intervento di Vitamina B12 o la concentrazione nel sangue al basale di Vitamina B12.

L'analisi stratificata per la pressione sanguigna e per l’uso al basale di farmaci ha mostrato benefici con pressione sistolica maggiore di 130 mmHg e minore uso di farmaci antiaggreganti nel ridurre il rischio di ictus.

In conclusione, la supplementazione di Vitamina B per la riduzione dell'omocisteina ha ridotto in modo significativo gli eventi di ictus, soprattutto nei soggetti con determinate caratteristiche che hanno ricevuto misure di intervento appropriate. ( Xagena2013 )

Ji Y et al, Neurology 2013; 81: 15: 1298-1307

Neuro2013 Farma2013


Indietro