Neurobase.it
Tumori testa-collo
Xagena Mappa
Medical Meeting

Caratteristiche cliniche ed esito di ascesso cerebrale


Sono state definite le caratteristiche cliniche, le cause e l’esito degli ascessi cerebrali, e sono stati valutati l'evoluzione in epidemiologia e l'esito nel corso degli ultimi 60 anni.

È stata effettuata una revisione sistematica e una meta-analisi di studi sulla ascessi cerebrali pubblicati nel periodo 1970-2013.
Gli studi sono stati inclusi quando hanno coinvolto almeno 10 pazienti con ascessi cerebrali, hanno incluso meno del 50% di infezioni del sistema nervoso centrale extra-assiale ( empiema ) senza ascesso cerebrale, e non hanno riguardato esclusivamente gli ascessi cerebrali causati da un singolo patogeno.

Sono stati identificati 123 studi, con 9.699 pazienti segnalati tra il 1935 e il 2012.
Vi è stata una predominanza maschile di 2.4 a 1, e l'età media dei pazienti con ascessi cerebrali era di 34 anni.

I microrganismi causali più comuni sono risultati essere Streptococcus e Staphylococcus specie, comprendenti 2.000 ( 34% ) e 1.076 ( 18% ) di 5.894 batteri colturali.

La distribuzione geografica dei microrganismi causali nei continenti è stata simile e non è cambiata notevolmente negli ultimi 60 anni.

Erano presenti condizioni predisponenti in 8.134 pazienti su 9.484 ( 86% ) e la maggior parte era costituita da focolai di infezione contigui o metastatici.

La triade classica di febbre, mal di testa e deficit neurologici focali era presente in 131 pazienti su 668 ( 20% ).

Il tasso di mortalità è diminuito dal 40% al 10% negli ultimi 5 anni, mentre il tasso di pazienti con completa guarigione è aumentato dal 33% al 70%.

In conclusione, la prognosi dei pazienti con ascessi cerebrali è progressivamente migliorata nel corso degli ultimi 60 anni.
Importanti cambiamenti nel corso del tempo sono stati le modalità di imaging del cranio, le tecniche neurochirurgiche e il regime antimicrobico. ( Xagena2014 )

Brouwer MC et al, Neurology 2014; 82: 806-813

Neuro2014



Indietro